Skip to main content

Con la presente comunicazione vi informiamo di due scadenze del prossimo mese di giugno.

1) È di oggi la comunicazione dell’apertura dello sportello di richiesta di contributo destinato alle strutture ricettive, come da tabella allegata, site negli 80 comuni montani identificati secondo il criterio della presenza degli impianti sciistici sui territori comunali, ovvero il famoso “Bonus Montagna”
Le domande andranno presentate sulla piattaforma di Finpiemonte dalle ore 9 del 31/05/22 fino al 10/06/22. A tale pagina trovate la documentazione esplicativa ed il link per procedere alla presentazione della domanda.
Le risorse stanziate derivano dalla DGR del Bonus Montagna dello scorso dicembre ’21.

2) Entro il prossimo 30 giugno 2022 tutte le imprese saranno tenute a dichiarare all’Agenzia delle Entrate (con dichiarazione sostitutiva di atto notorio, passibile di denuncia penale) gli importi e la data di erogazione degli aiuti di stato ricevuti negli ultimi due anni a seguito dell’emergenza Covid-19. Si tratta di qualsiasi somma, agevolazione o contributo, ricevuto per effetto dell’evento pandemico. La dichiarazione deve essere presentata anche da chi non ha ricevuto alcun aiuto, con alcune eccezioni.

Quali aiuti devono essere indicati nel modello?
L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il modello di dichiarazione sostitutiva che le imprese dovranno inviare entro il 30 giugno 2022, tramite l’area riservata del sito o attraverso i canali telematici dell’Agenzia (scarica il modello).
Il documento ha lo scopo di attestare che l’importo complessivo dei sostegni economici a beneficio dell’impresa non sia superiore ai massimali indicati nella Comunicazione della Commissione europea “Temporary Framework” e il rispetto delle varie condizioni previste. La dichiarazione sostitutiva deve essere presentata da tutti gli operatori economici che hanno percepito aiuti previsti dalle norme agevolative che rientrano nell’articolo 1, commi da 13 a 15, del Decreto Sostegni. La normativa non prevede esoneri, tranne in alcuni casi particolari, come vedremo in seguito.
Sono diversi gli aiuti previsti in ragione dell’emergenza Covid-19 che dovranno essere indicati nel modello di dichiarazione, tra cui ad esempio:
– esenzione IMU alberghi
– tax credit ambienti di lavoro
– fondo perduto alla ristorazione
– contributi a fondo perduto per perdita fatturato
– cancellazione seconda rata Irap
– riduzione sanzioni su avvisi di liquidazione delle imposte
– contributi cciaa su interessi mutuo
– contributi regionali per imprese ed aziende agricole
– credito imposta affitti negozi e botteghe
– esonero RAI abbonamenti speciali

Quando non è obbligatoria la dichiarazione?
Nel caso in cui la dichiarazione sia stata già resa in sede di presentazione della domanda per aiuti che già prevedevano l’autodichiarazione, la presentazione della dichiarazione sostitutiva non è obbligatoria, a meno che il beneficiario non abbia successivamente fruito di ulteriori aiuti tra quelli elencati nell’articolo 1 del Decreto Sostegni. In questo caso, la dichiarazione va comunque presentata riportando gli importi e le date degli ulteriori aiuti goduti, oltre a quelli già indicati nelle dichiarazioni sostitutive precedenti.
La dichiarazione va sempre presentata nei seguenti casi:
– l’impresa ha fruito degli aiuti riconosciuti ai fini IMU senza aver compilato nella precedente dichiarazione sostitutiva il quadro C;
– l’impresa ha superato i limiti massimi spettanti e deve riversare gli aiuti eccedenti i massimali previsti;
– l’impresa si è avvalsa della possibilità di assegnare la medesima misura in parte alla Sezione 3.12, avendone i requisiti, e in parte alla Sezione 3.1 del Temporary Framework.

Il periodo utile per l’invio della dichiarazione è dal 28 aprile al 30 giugno 2022, da presentare con modalità telematiche, direttamente dal contribuente o tramite soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni.
Entro cinque giorni dall’invio l’Agenzia rilascia una ricevuta che attesta la presa in carico o lo scarto della dichiarazione. In quest’ultimo caso, sarà possibile inviare nuovamente la dichiarazione corretta entro i cinque giorni successivi alla comunicazione.

Buon lavoro a tutti/e