Skip to main content

GESTORE

Oscar Bagnis
Tel: +39 0171 95802 – +39 338 8009474
E-Mail: rifugiomigliorero@libero.it
Sito: Rifugio Migliorero

INFORMAZIONI

Lago Inferiore Dell’ischiator, Vinadio CN – 2100 m
Rifugio Alpino

Il Rifugio Guglielmo Migliorero si trova a 2100 metri di altezza in località Laghi Inferiori dell’Ischiator, nel comune di Vinadio, in Alta Valle Stura. Dal 1979 il rifugio è di proprietà dalla sezione CAI di Fossano.

Il rifugio è posto sopra uno sperone roccioso che pare sbarrare il vallone dell’Ischiator; dalla sommitô dello sperone si gode un bel panorama sui sottostanti Laghetti Inferiori dell’Ischiator, due splendidi specchi d’acqua, in parte trasformati in verdi torbiere, dove in estate fioriscono i bianchi ciuffi di erioforo.

Oltre gli specchi d’acqua si innalza un’imponente bastionata rocciosa, che culmina nella punta Gioffredo (2903m.). L’alta e imponente struttura di pietra, è caratterizzata da uno stile inconfondibile, quasi da albergo ‘Belle Epoque’ trasportato a oltre duemila metri di altitudine. Infatti l’edificio fu costruito nel 1934 proprio come albergo in quota.

Dopo le devastazioni della guerra ed anni di abbandono, l’edificio fu rilevato dalla Provincia di Cuneo, che, nel 1962 lo ripristinò e lo affidò in gestione alla sezione di Fossano, che nel 1979 lo acquisisce in proprietà. Il Rifugio è stato tra i primi ad utilizzare pannelli solari per la produzione di energia elettrica. Il rifugio è anche dotato di collegamento Internet per poter rispondere al meglio alle esigenze degli ospiti e per dare un servizio aggiunto a tutti colori che salgono al rifugio o richiedono informazioni.

Accesso

In macchina dallo Stabilimento Termale dei Bagni di Vinadio si prosegue a destra per strada asfaltata oltre la Borgata di Besmorello posta all’imbocco del Vallone d’Ischiator. Si prosegue ancora su strada asfaltata (circa 1km.) e poi sterrata (ultimi 600/700mt.) fino a raggiungere un ponte di pietra detto Ponte del Medico (1544 m. 1°parcheggio). E’ ancora possibile proseguire per due tornanti, sempre su strada sterrata sino alla catena (2° parcheggio) da dove inizia il sentiero.

Dalla catena, proseguire sulla strada sterrata che dopo circa 25/30 minuti ci porta al cospetto di una bellissima cascata (piccolo sentiero che in pochi minuti ci porta sotto). Proseguendo sempre sulla strada sterrata, si raggiunge l’ampio pianoro, da dove si può già intravedere alla fine della spianata, la sagoma del Rifugio Migliorero, posizionato su un piccolo sperone roccioso. Attraversato il ponte, in prossimità della baita del pastore, si prende il sentiero sulla destra che costeggia il rio, ed in circa 35/40 minuti si arriva al rifugio. Dislivello: 460m. – Tempo di marcia: 1 ora e 45 minuti / 2 ore – Difficoltà: E. (escursionistico)